La fustella è un attrezzo che permette di eseguire un taglio (o una piega) preciso, lineare o sagomato.

La fustellatura è un metodo utilizzato nelle aziende grafiche e cartotecniche per tagliare la carta, il cartone, la plastica e altri materiali in formato piatto e sottile. Lo strumento che si utilizza è la fustella ossia uno strumento che consente di eseguire un taglio (o una piega) preciso di un prodotto in fogli.

La tipologia più comune è la fustella piana o fustella americana: uno strumento formato da un nastro in acciaio piegato con una determinata forma (a volte anche complessa) con un profilo superiore tagliente che riproduce una determinata sagoma. Seguendo le istruzioni fornite da un disegno tecnico, questa sorta di stampo viene impresso sul materiale, così da tagliarlo.

Alla fustella si può dare ogni tipo di forma, tracciando linee spezzate, curve, vuoti, occhielli, bordi particolari, ecc. In questo modo si possono realizzare tagli estremamente precisi e complicati, ma soprattutto replicabili potenzialmente all’infinito secondo le esigenze. Dato che il prodotto finale è costituito, tipicamente, da imballaggi o packaging di qualità configurati e rifiniti in modo elaborato (come nel caso degli astucci per cosmetici, sigarette, prodotti farmaceutici, alimentari ecc.), i materiali utilizzati devono soddisfare i requisiti più severi.

Utilizzo della fustella per piegare il cartone

Nel caso in cui ci sia la necessità di creare un solco per permettere di piegare agevolmente il cartone anziché tagliarlo, nella fustella può essere inserita una lamina più bassa e non tagliente, chiamata in gergo “cordone” o “cordonatore”, che provoca in sede appropriata uno schiacciamento e/o snervamento del cartone permettendo la successiva piega in quel dato punto. In caso di materiali o lavorazioni particolari il cordonatore può essere sostituito da una lama, detta “mezzotaglio”, più bassa di quella di taglio e atta a penetrare nel cartone solo per una parte del suo spessore.

Perforazione del cartone

Nel caso in cui il foglio non debba staccarsi autonomamente è necessario prevedere la perforazione, ovvero una lama interrotta a spazi intermittenti in modo che la divisione del foglio avvenga tramite uno strappo, come ad esempio per agevolare l’apertura di un astuccio.

Come funziona una fustellatrice

Nelle fustellatrici piane, i fogli stampati, impilati su un bancale, vengono trasferiti dalla macchina da stampa alla fustellatrice che può essere alimentata manualmente o tramite un apposito sistema logistico. Nel mettifoglio i fogli vengono prelevati dalla pila uno alla volta, allineati in tre punti per mezzo di squadre frontali e laterali che assicurano un registro preciso, quindi trasmessi a un gruppo di pinze che li posiziona correttamente tra fustella e contro-fustella. La fustellatura di ciascun foglio avviene quindi in un solo colpo. Nella successiva stazione di estrazione, appositi attrezzi rimuovono automaticamente lo scarto. Se la macchina è equipaggiata in modo adeguato, i fustellati multipli possono poi essere separati, per la produzione multipla. Per una fustellatura di qualità è indispensabile un registro di grande precisione, in grado di assicurare che i fogli vengano man mano fustellati sempre ed esattamente nella stessa posizione.

Vuoi raccontare la tua storia e i tuoi prodotti?
Siamo pronti ad aiutarti e ad ascoltarti

Ora che hai visto cosa facciamo, scrivici... Ti risponderemo il prima possibile!

  • Consulenza: ti aiutiamo a scegliere la strada migliore
  • Grafica e Progettazione: per raccontare il tuo immenso valore
  • Prototipi e Mock-up: per avere un'idea immediata del risultato finale